IMU: entro il 17 giugno il versamento dell'acconto

in

Si ricorda che, a seguito degli ultimi interventi del governo in materia, il versamento dell’imposta di giugno deve ritenersi sospeso per le seguenti categorie di immobili:

  • abitazioni principali con le loro pertinenze (ad eccezione delle categorie di lusso classificate al catasto in categoria A/1, A/8 e A/9);
  • gli alloggi assegnati dall’istituto autonomo case popolari e appartenenti a cooperative edilizie a proprietà indivisa.
  • terreni agricoli o fabbricati rurali di cui all’art. 13, commi 4, 5 e 8, del D.L. 06/12/1011 n. 201 e successive conversioni e modificazioni.

 
In tutti gli altri casi per i quali l’acconto IMU è dovuto, si fa presente che le modalità di calcolo per il 2013 sono cambiate rispetto all’anno scorso.
Infatti l’intero tributo quest’anno dovrà essere versato al Comune:

  • codice tributo 3918 per i fabbricati;
  • codice tributo 3916 per le aree edificabili;



Fanno eccezione gli immobili classificati catastalmente nella categoria D (banche, alberghi, capannoni industriali o commerciali, etc.), il cui tributo dovrà essere versato interamente allo Stato con codice tributo 3925.
L’aliquota per il nostro Comune è rimasta invariata rispetto al 2012, ed è pari allo 0,76%.
Per il versamento dell’IMU si può utilizzare il modello F24 (da presentare in banca o alla Posta senza addebito di spese).